fgratitud2018 casasbot sortroncatti

 21 1 1 792 Il 24 e 25 agosto nel paese nativo di suor Maria Troncatti si è celebrata con solennità la prima memoria liturgica della nuova Beata. La festa è stata preparata dalla gente con una novena predisposta dallo zelante Parroco don Alessandro Nana.

La sera del 24 agosto, alle ore 20.30 in Parrocchia vi è stata la presentazione del volume sulle Lettere di suor Maria Troncatti, curato da suor Sylwia Ciezkowska. Era presente il Postulatore delle Cause dei Santi, don Pierluigi Cameroni, il Coadiutore Sig. Cosimo Cossu che ha conosciuto suor Maria Torncatti, alcuni sacerdoti e parroci della zona, oltre che una qualificata rappresentanza di parenti della Beata.

Dopo le parole di saluto del parroco e della Segretaria generale, suor Piera Cavaglià, suor Sylwia ha ripercorso le varie parti del libro evidenziando l'importanza delle lettere per capire la personalità e la ricchezza spirituale di suor Maria Troncatti. Con un'ottima metodologia di esposizione e una forte carica di entusiasmo, suor Sylwia ha fatto nascere in tante persone il desiderio di leggere il libro, per cui il volume è andato a ruba tanto ha suscitato l'interesse dei compaesani di suor Maria Troncatti.

Tutte le famiglie di Corteno – come è d'uso in quella Parrocchia ormai da qualche anno – erano collegate via radio e quindi hanno potuto ascoltare la bella e ricca presentazione.

Il coadiutore salesiano, Sig. Cosimo Cossu, ha portato la sua testimonianza su suor Maria Troncatti che ha conosciuto a Suc ú a (Ecuador) negli ultimi tre anni di vita (1966-1969). Egli ha narrato con vivacità di particolari storici, non senza una grande emozione, che 44 anni fa il 25 agosto 1969 egli accompagnò suor Maria al piccolo aereo che l'avrebbe portata a Cuenca e poi a Quito per gli Esercizi spirituali e fu uno dei primi che accorsero sulla pista appena l'aereo precipitò al suolo. Raccolse con affetto e delicatezza il corpo di suor Maria e lo portò all'ospedale. Dio aveva misteriosamente accolto l'offerta di questa missionaria per la riconciliazione e la pace tra indigeni e coloni.

L'incontro è stato concluso magistralmente dal Postulatore delle cause dei Santi, don Pierluigi Cameroni, richiamando i partecipanti alla conoscenza della Beata, all'imitazione della sua santità e alla preghiera incessante per ottenere protezione e benedizioni su tutti ed anche….qualche grazia straordinaria che possa far avanzare la causa fino alla canonizzazione!

Il giorno dopo, la solenne Eucaristia presieduta da don Cameroni, e concelebrata dal Parroco di Corteno e da vari Sacerdoti della zona è stata il punto culminante della festa. In essa si è fatta memoria della fede di suor Maria, potenziata nella lotta e nel distacco e fiorita nell'impegno missionario generoso e instancabile. La fede di suor Maria è divenuta un albero grande che ha offerto conforto, rifugio e sicurezza a tante persone che ancora oggi la ricordano in benedizione.

Dopo la Messa si è potuto visitare un ambiente della casa natale di suor Maria Troncatti dove è stata allestita una mostra di disegni degli alunni della quinta elementare di Corteno che hanno rievocato, attraverso le realizzazioni artistiche e poesie, episodi della vita della loro santa compaesana.

http://www.cgfmanet.org/21.aspx?lingua=3&sez=21&sotsez=1&detsotsez=1&doc=792